Z_In Evidenza Home

Una giornalista italiana, la prima, ha ricevuto la prestigiosa investitura dalla più antica istituzione del vino francese: la Confrérie Des Chevaliers Du Tastevin, con sede in Borgogna.

Alessandra Piubello, curatrice della Guida Oro I Vini di Veronelli, è stata nominata Cavaliere lo scorso sabato 3 novembre, secondo la tradizione nell’antico Château du Clos de Vougeot nella serata dedicata al “Capitolo del gusto e della gastronomia”. Alla presenza di 600 esperti provenienti da ogni parte del mondo, Piubello ha ricevuto il prezioso Tastevin d’argento a seguito di una severa selezione che privilegia tanto il merito quanto il talento, onora il coraggio e il rispetto per le tradizioni e i valori umani, oltre all’amore e alla conoscenza profonda del vino francese.

Fin dalla sua creazione nel 1934, la Confrérie des Chevaliers du Tastevin si impegna per promuovere a livello mondiale la Borgogna, i suoi vini e la sua cucina, valorizzandone la cultura, la civiltà e le tradizioni, così da favorire lo sviluppo nella regione. Fondata il 16 novembre del 1934, la Confrérie ha raccolto l’eredità di alcune confraternite bacchiche del XVII e XVIII secolo. Oggi conta circa 12mila membri in tutte le nazioni, fra i quali ambasciatori, accademici, artisti, giornalisti e scrittori, grandi imprenditori.

«Dopo aver avuto l’onore di essere la prima giornalista a curare la Guida Oro I Vini di Veronelli, creata dal padre del giornalismo gastronomico italiano, entrare a far parte della Confrérie des Chevaliers du Tastevin significa coronare un sogno, una vera emozione. Quando si ama il vino come lo amo io e se ne fa una scelta di vita consapevole, ricevere un tale riconoscimento rappresenta una ricompensa per la dedizione e l’abnegazione che ho sempre profuso nella mia professione nel mondo del giornalismo e della degustazione professionale. Un mondo che amo e a cui continuerò a dedicarmi con passione e impegno» – dichiara Alessandra Piubello.

Oltre a curare la Guida Oro I Vini di Veronelli, edita dal Seminario Permanente Luigi Veronelli, che ogni anno recensisce i migliori vini d’Italia, Alessandra Piubello è firma nota agli operatori e ai cultori del vino italiano: direttore responsabile di numerosi periodici, è autrice di libri e reportage di turismo gastronomico dall’Italia e dall’estero, vanta collaborazioni con testate specializzate di rilievo nazionale e internazionale tra cui Decanter e Spirito di Vino, Cucina&Vini, Bubble’s, Decanter, Vitisphere, Sommelier India. Recensisce i migliori ristoranti italiani, stellati ma non solo, per la Guida I Ristoranti d’Italia de L’Espresso e per altre riviste specializzate tra cui Cook_inc, magazine di alta cucina. Per molti anni è stata degustatrice per guide di vini e birre, come le Guide Slow Wine e Birre d’Italia edite da Slow Food, nonché I Vini d’Italia de L’Espresso, accrescendo ulteriormente le sue competenze, anche grazie ai continui studi e corsi come Wset e l’Università di Bordeaux. Membro di prestigiose associazioni giornalistiche ed enologiche, oltre che presenza costante nelle commissioni dei più rinomati concorsi enologici al mondo, Piubello è stata anche l’unica giornalista donna italiana invitata in Cina per l’“Asian Wine & Spirits The Silk Route – Conference and Competition”, importante manifestazione internazionale dedicata ai vini orientali.

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print
20 novembre 2018

Alessandra Piubello è Cavaliere della Confrérie Des Chevaliers Du Tastevin

Dopo aver avuto l’onore di essere la prima giornalista a curare la Guida Oro I Vini di Veronelli, creata dal padre del giornalismo gastronomico italiano
19 novembre 2018

Dal Pescatore con Alberto e Giovanni Santini

Noi ci siamo andati per capire come sia avvenuto, senza alcun trauma, l’ultimo passaggio generazionale, quello da Antonio e Nadia Santini ai figli Alberto e Giovanni
19 novembre 2018

LavoroTurismo, nuove opportunità di impiego nei settori di riferimento

Dal 2016 specialisti in eventi di Recruiting & Training per i settori Ospitalità, Ristorazione e Turismo
19 novembre 2018

Salvatore e Matteo Aloe: la professionalità prima della passione

E’ una storia iniziata nel 2010 quella della pizzeria Berberè di Salvatore e Matteo Aloe, eppure dopo soli otto anni ha già fatto scuola e ha […]
16 novembre 2018

La Guida Michelin Italia 2019 ha un nuovo Tre Stelle: Uliassi di Senigallia

Una storia, una passione, il mare. Da questo nasce una cucina che i fratelli Catia, in sala, e Mauro Uliassi, lo chef, amano definire semplice e contemporanea
16 novembre 2018

Podere Cadassa: i salumi di Parma sono una questione di famiglia

“Tutto ebbe inizio nel lontano 1780 – racconta Enrico Bergonzi – anche se in realtà una ricostruzione della nostra storia mi porta ancora più indietro".
15 novembre 2018

Pasticceria Morlacchi: le cose fatte per bene

una linea di panettoni dal classico a varianti più creative, particolarmente apprezzata dalla clientela tanto che è stata scelta dallo chef Giancarlo Morelli
14 novembre 2018

La Bandiera: l’ evoluzione da trattoria di campagna a ristorante stellato

Sono passati 41 anni da quando il Ristorante La Bandiera aprì le porte ai clienti: quell’ ex tabacchino divenuto trattoria era stata l’ ambizione della signora […]
13 novembre 2018

L’apoteosi dei funghi

Peppe Carollo con la sua sconfinata conoscenza in materia di funghi ha fatto della sua passione un mestiere. Storia di una trattoria siciliana unica nel suo genere.
11 novembre 2018

Si torna a parlare di servizio di sala

Questo è stato l’anno in cui i temi del servizio di sala sono saliti alla ribalta. Ora servono le azioni
9 novembre 2018

Il Mediterraneo di Emanuele Petrosino arriva a Bologna

Su “I Portici“, unico ristorante stellato della città di Bologna, da mesi soffia un vento nuovo di rinnovamento: dallo scorso marzo, infatti, a dirigere le cucine […]
9 novembre 2018

La Michelin sta arrivando: la speranza è che l’Italia gastronomica cresca ancora

La Michelin, non dimentichiamolo, è una guida per viaggiatori, solo il 10% degli indirizzi contenuti sono stellati, si tratta di 356 ristoranti su oltre 3.000 indirizzi.
8 novembre 2018

“Pasta Pesto Day”: un aiuto piccolo ma concreto per aiutare Genova

La recente catastrofe che ha colpito Genova negli ultimi mesi, ovvero il crollo del Ponte Morandi, ha messo a dura prova la popolazione cittadina, l’ amministrazione […]