Cous cous Fest: torna il festival dell’ integrazione culturale

Cast Alimenti: Pastry Camp, quattro giorni con i grandi maestri pasticcieri
6 settembre 2018
Salvatore Salvo: la pizza è la stessa, ma il suo mondo si è evoluto
10 settembre 2018
image_pdfimage_print

Un’ edizione  particolarmente sentita sarà quella del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale che per la 21° edizione ha scelto lo slogan  “Emozioni unite“. La 21° edizione del festival, in scena a San Vito Lo Capo (Tr) dal 21 al 30 settembre, promuove il confronto tra paesi dell’area euro-mediterranea e non solo, prendendo spunto dal cous cous, piatto comune ad alcuni Paesi del Mediterraneo. Dopo una lunga selezione  svoltasi nei mesi scorsi, quest’ anno i 10 paesi del mondo finalisti saranno: Angola, Costa d’Avorio, Israele, Italia, Marocco, Tunisia, Senegal, Spagna, Stati Uniti e Palestina che si sfideranno ai fornelli e saranno votati sia dai visitatori che da una giuria di esperti  guidata da Fiammetta Fadda. Saranno circa 40 i piatti proposti dagli che e da quest’ anno la kermesse si arricchirà anche di una nuova area, “Cus cus& Friends”, dove si potranno gustare anche altre pietanze mediterranee come la paella spagnola o la moussaka greca. Oltre ai cuochi coinvolti nella gara, la manifestazione ospiterà tanti volti noti della cucina italiana: Norbert Niederkofler, Pino Cuttaia , Pietro d’Agostino, Sergio Barzetti, Andy Luotto, Renato Ardovino, Chiara Maci. La festa sarà accompagnata anche da tanti momenti musicali con artisti di rilevanza, come  Le Vibrazioni, Carmen Ferreri, Beppe Grillo, Fanfara Station, Alsarah e the Nubatones, Gemitaiz,The Kolors, Ermal Meta, Camera a sud, Akua Naru e Matranga e Minafò.

Il programma completo della rassegna può essere consultato sul sito: www.couscousfest.it

Manuela Di Luccio

image_pdfimage_print