Delivery dell’altro mondo. Anche i cocktail arrivano a casa

Gocce di Stilla, spirito italiano a Milano il 5 e 6 maggio
16 aprile 2018
Come è vissuta la ristorazione italiana in Canton Ticino
16 aprile 2018
image_pdfimage_print

Il take-away si evolve. Per la gioia di chi ha il frigo vuoto, e poco tempo di mettersi ai fornelli, arriva a casa di tutto. Dalla pizza al sushi, dall’hamburger alla carbonara, e ora anche i cocktails. Oltre alla ristorazione, allo street-food, e alla gelateria, si possono ricevere cocktail e long drink direttamente a domicilio, grazie a siti professionali che promettono sontuose bevute, con i migliori drink classici e creativi, preparati da bartender di grido, di cui puoi conoscere la solidità dell’intero percorso professionale, consultandone il curriculum, prima d’ordinare. Tramontato dunque il classico bancone in legno con la barra e il barman elegante e in giacca chiara? Forse ancora non del tutto, il cocktail preparato ad arte dal barman, l’atmosfera del locale, la gente, e quelle due piacevoli chiacchiere non possono essere sostituite così facilmente, è un’abitudine per molti irrinunciabile che continuerà, ma ora si può avere tutto questo a casa. Un professionista del bicchiere, che padroneggia la materia, e ha un orto dove crescono piante ed erbe officinali, prepara home made gli sciroppi e i vermouth, attinge a distillati, liquori e sodati di pregio di ogni ordine grado, e si avvale di piccoli e virtuosi produttori di botanicals, scelti solo se super referenziati, o dopo averne personalmente assaggiato la produzione. E nascono start-up che riportano la mixology sotto i riflettori, con un servizio innovativo, ricarichi minimi, e moderne modalità di bere a casa propria, grazie al delivery, la consegna a domicilio.
Serata uggiosa, con nessuna voglia di uscire, e gli amici che ti arrivano a casa all’improvviso? Tra le strutture meglio organizzate, ecco alcune segnalazioni affidabili: Winedelivery, è un’e-commerce del vino e dei drink, a cui ricorrere dalle 10 di mattina, fino all’1 di notte (alle 2 nel weekend), scaricando una pratica app, per ricevere a casa propria bevande alcoliche e analcoliche, ma anche vino DOC, DOCG, biologico, vegano, birra artigianale, liquori, distillati. E’ attiva tra Bologna, Milano e Torino, e dispone di una carta con oltre 1500 referenze tra vini e cocktail, insieme a pratici cocktail-kit, con ghiaccio cannucce e bicchieri inclusi, per prepararsi da soli i drink. Nessun costo aggiuntivo per la consegna, che è garantita in 30 minuti, (ora si effettua il servizio anche ai locali, a cui si consegna in 1 ora), con una franchigia di soli 10 € e una particolare attenzione alla temperatura di servizio delle bottiglie ordinate. Ma non solo, in prossimità di un compleanno o di una ricorrenza, si possono anche scegliere eleganti confezioni regalo, complete di biglietto scritto a mano (www.winelivery.com).
Poi c’è Drinkvery, “i drink che ami a casa tua a Milano, in 29 minuti”, uno slogan che lascia poco all’immaginazione. Un efficiente servizio delivery, che dispone di un’ampia carta cocktail a partire dai modaioli Moscow mule, Dark in storm, ai super classici Negroni, Americano, Cocktail martini, Gimlet, ma anche analcolici, smoothies e centrifugati, consegnati a domicilio. Preparazioni home made, utilizzando i cocktail-kit, oppure con l’ausilio del barman, che viene direttamente a casa, ma anche vini dall’Italia e dal mondo per tutte le tasche, e proposte mirate di piatti gourmet da abbinare al cocktail. La proposta consente attraverso il sito di scegliere fra sette affermati bartender o barmaid, di Milano, esplorandone la vita professionale, e addirittura i cocktail preferiti, e offre dall’estesa cantina, una grande scelta di distillati, e pregiate riserve invecchiate oltre trent’anni (www.drinkvery.com). Mentre a Roma c’è www.drinkdelivery.it, consegna veloce in 30 minuti, con possibilità di abbinare proposte food, di cucina americana, italiana e messicana fino alle 4 di notte.

Luca Bonacini

image_pdfimage_print