Olio Officina Festival, l’olio immaginario, l’olio immaginato

Il Buono che Avanza, l’iniziativa di Surgital con 36 istituti alberghieri
16 gennaio 2019
Standardizzare il food cost, a Risto Boom il 4 e 5 febbraio
17 gennaio 2019
image_pdfimage_print

Olio Officina Festival, idea geniale di Luigi Caricato per diffondere la cultura dell’olio da olive, è ormai all’ottava edizione, e segna un percorso di straordinario interesse e ampiezza toccando aspetti del tema spesso trascurati o sottovalutati ma assolutamente degni di attenzione.

L’argomento portante del festival 2019 – dal 31 gennaio al 2 febbraio al palazzo delle Stelline di Milano – sarà infatti “nostra signora pubblicità”, come comunicare il valore dell’olio in un’epoca in cui la comunicazione si svolge lungo canali vari e diversi, in costante bilico tra immaginazione e realtà.

Uno scenario operativo completamente inedito rispetto al passato che vede il consumatore protagonista ma di fronte a una scelta d’acquisto guidata da metodi obsoleti che non riescono a emergere da una strategia statica e poco efficace.

L’olio ricavato dalle olive, in sostanza, è un alimento naturale e salutare, ricco di sapori e nutrimenti, ma si presenta al pubblico con un profilo affatto moderno bensì desueto che ne penalizza il valore.

Individuare una strategia comunicativa diventa impellente. A questo scopo, nel corso del festival, si svolgeranno numerosi incontri per analizzare i diversi aspetti del problema, supportati da presentazioni artistiche a cura dell’Accademia di Comunicazione di Milano sotto la guida del direttore Antonio Mele; con la presentazione del volume Storia della pubblicità italiana del sociologo Vanni Codeluppi; con la mostra di latte antiche della Collezione Guatelli per raccontare una raccolta unica al mondo di contenitori per l’olio tra ottocento e novecento. Giordano Bruno Guerri dialogherà sul ruolo della pubblicità per Gabriele d’Annunzio e presenterà Oleum Vatis, l’olio extra vergine di oliva ottenuto da 395 olivi della tenuta del Vittoriale. La storia della pubblicità sarà, inoltre, raccontata attraverso gli archivi storici e le conversazioni a tema di Maria Novaro, Lorenzo Marini e Aldo Tanchis, figure centrali della comunicazione pubblicitaria.

Il nesso tra pubblicità e marketing, fondamentale, sarà infine proposto da Rosalia Cavalieri, docente di semiotica all’Università di Messina, che interverrà sull’importanza della comunicazione olfattiva: la stimolazione sensoriale come leva allo schema cognitivo bisogno-acquisto-beneficio del consumatore moderno.

Anche i social media assumono un ruolo importante in questa fase della comunicazione; fondamentale difendere il consumatore da notizie incerte, mendaci o ad effetto. La digitalizzazione ha messo in dubbio la credibilità di chi scrive, sempre più soggiogata da algoritmi piuttosto che da informazioni schiette. Sarà compito di Andrea Pascale fare chiarezza sulla cyber propaganda e la necessità di maggiore consapevolezza comunicativa, e di Paolo Lottero spiegare le dinamiche che influenzano il mondo delle imprese e del consumo.

A questo proposito si presenta come di grande attualità e interesse la ricerca condotta da Daniele Tirelli, presidente del Retail Institute of Italy, sui consumi di olio d’oliva nelle famiglie milanesi: una diagnosi di mercato che ha avuto il compito di documentare opinioni, usi, abitudini e gradimento rispetto alle diverse marche di olio e che ha fornito risultati molto interessanti. Allo stesso modo si analizzerà il tema del prezzo, reale e percepito, sul quale l’Italia sembra essere poco competitiva, con l’aiuto dell’esperto di marketing  Massimo Occhinegro. Etichette, salute e gusto, la rivincita dell’olio do sansa, packaging e visual design saranno gli altri temi che completeranno il quadro con gli interventi di esperti, le dimostrazioni di chef e pasticceri di fama e assaggi guidati.

Un programma intenso e di grande spessore tra cui spicca l’attenzione anche ai nuovi modi di comunicare nell’ottica di un consumatore giovane. La scuola internazionale del fumetto Comics proporrà una lettura innovativa della rivista OOF International Magazine con dieci storie a fumetti ispirate all’olio e Santagata 1907 spa proporrà un concorso indetto tra i giovani delle scuole alberghiere tra ricette tradizionali e rivisitate.

Questo e molto altro a Olio Officina Festival dove scienza e creatività incontrano cultura e ricerca per offrire una chiave d’interpretazione dell’olio da olive inedita e profonda.

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print