TripAdvisor e Fipe, migliora il servizio in rete

Zambo, un piccolo resort di grande accoglienza
15 febbraio 2019
Parma Unesco City of Gastronomy, l’importanza di fare sistema
15 febbraio 2019
image_pdfimage_print

Nuovo sistema di classificazione dei ristoranti su TripAdvisor. In accordo con Fipe (federazione italiana pubblici esercizi), la piattaforma ha inserito all’interno del sistema di individuazione dei locali un metodo che permette di trovare con facilità il ristorante più adatto alle proprie esigenze evitando confusione tra ristoranti e locali privi di servizio al tavolo, misura ritenuta indispensabile per favorire la sempre maggiore affluenza e interazione con gli utenti online.

Scopo dell’aggiornamento, infatti, è offrire all’utente la possibilità di cercare il giusto ristorante in rete con maggiore facilità. Online dall’11 febbraio, il nuovo sistema attivato da TripAdvisor è il risultato del proficuo lavoro di collaborazione sviluppato con la componente italiana della società in condivisione tra Federazione Italiana Pubblici Esercizi e i vertici di TripAdvisor.

In pratica, la nuova categorizzazione prevede la presenza sulla piattaforma dei ristoranti con servizio ai tavoli nell’indice di popolarità di una determinata destinazione, e dei locali senza somministrazione al tavolo all’interno di un elenco che risponde solo ai filtri di ricerca, come avviene per bar o pasticcerie. La fascia di prezzo resterà attiva per favorire la scelta ma di fatto esisterà una divisione netta tra ristoranti e take away, finora poco chiara.

L’iniziativa rappresenta un passo avanti per un servizio più efficiente verso il consumatore e renderà più semplice per l’utente la ricerca, la scelta e la valutazione del luogo.

La collaborazione tra TripAdvisor e Fipe intende favorire un corretto avvicinamento delle imprese della ristorazione al mondo della rete e dell’innovazione digitale e prevede attività future che riguarderanno il monitoraggio congiunto dei contenuti sulla piattaforma per segnalare e risolvere possibili problematiche degli esercenti sul sito, comprese quelle legate alle recensioni; il rapporto congiunto sulla reputation online della ristorazione italiana; la formazione online o offline, ai soci Fipe, per aiutarli a trarre il meglio dalla loro presenza su TripAdvisor. 

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print